lunedì 21 novembre 2016

Immigrato in Villa Comunale: mettere a dimora l'albero dedicato all'immigrato ignoto.




Dopo la tragica scoperta del giovane immigrato trovato impiccato in villa comunale a Napoli, infervora la polemica sullo stato della Villa Comunale e, invece riflettere sul fatto che non siamo riusciti ad accogliere un ragazzo di trenta anni, probabilmente in fuga dalla guerra e dalla violenza, si strumentalizza sulla sua morte.
Non sappiamo se ha un nome o un'identità quel giovane immigrato. Sappiamo che era giovane, che ha probabilmente una famiglia nella sua terra e che, come tanti altri, è stato costretto a lasciare per un futuro migliore, ma poi, preso dalla disperazione e dallo sconforto lo abbiamo trovato li, appeso ad un albero, nella giornata dedicata agli alberi (legge 10 del 2013).
L'albero è il simbolo della vita, per questo chiediamo al Comune di Napoli  di mettere a dimora in Villa Comunale, un albero dedicato all'immigrato ignoto, all'accoglienza e alla solidarietà.
Lo dichiarano Francesco Escalona e Carmine Maturo di Green Italia.

Immigrato in Villa Comunale: mettere a dimora l'albero dedicato all'immigrato ignoto.




Dopo la tragica scoperta del giovane immigrato trovato impiccato in villa comunale, infervora la polemica sullo stato della Villa Comunale e, invece riflettere sul fatto che non siamo riusciti ad accogliere un ragazzo di trenta anni, probabilmente in fuga dalla guerra e dalla violenza, si strumentalizza sulla sua morte.
Non sappiamo se ha un nome o un'identità quel giovane immigrato. Sappiamo che era giovane, che ha probabilmente una famiglia nella sua terra e che, come tanti altri, è stato costretto a lasciare per un futuro migliore, ma poi, preso dalla disperazione e dallo sconforto lo abbiamo trovato li, appeso ad un albero, nella giornata dedicata agli alberi (legge 10 del 2013).
L'albero è il simbolo della vita, per questo chiediamo al Comune di Napoli  di mettere a dimora in Villa Comunale, un albero dedicato all'immigrato ignoto, all'accoglienza e alla solidarietà.
Lo dichiarano Francesco Escalona e Carmine Maturo di Green Italia.

mercoledì 19 ottobre 2016

Un "Patto (Green) per Napoli"


“Nel patto per Napoli ci saranno risorse importanti per le periferie, per il trasporto che è la vera sofferenza in città, e anche per un progetto di riqualificazione delle scale di Napoli. Tante volte si è detto che sono state trascurate, ora ci sono i fondi». Il sindaco Luigi de Magistris spiega nella diretta facebook di "Repubblica" condotta da Conchita Sannino come saranno investiti i 308 milioni che il governo ha assegnato alla città.
“Sarà un Patto (Green) per Napoli - hanno commentato Carmine Maturo e Daniela Improta , i due portavoce di Green Italia Campania.
Periferie, Mobilità e Scale di Napoli sono le storiche battaglie di Green Italia e delle Associazioni Ambientaliste napoletane - continuano Maturo e Improta - ma anche parte del nostro contributo di idee al Programma Elettorale di coalizione Dema. Siamo veramente felici di veder annunciare che alcuni dei nostri progetti saranno finalmente finanziati e realizzati, e continuiamo ad offrire la nostra disponibilità a collaborare. Ora aspettiamo di conoscere i dettagli degli interventi, quali saranno le prime scale ad aprire vie nuove di bellezza, pedonalità e turismo sostenibile.
Napoli può diventare davvero la capitale europea per le pratiche di gestione amministrativa improntate alla sostenibilità, e le scale di Napoli il simbolo di questa nuova città che amiamo” - hanno concluso i portavoce ambientalisti.

giovedì 6 ottobre 2016

Idee e proposte Green per la Collina di Capodimonte, i due antichi borghi, il suo territorio.



giovedì 13 ottobre ore 15,30
Auditorium Museo di Capodimonte 

Intervengono:

Fara Caso
Storica dell'Arte
Enzo Russo
Architetto Presidente Consulta Mobilità ciclabile Comune di Napoli
Aurora de Magistris
presidente del Salotto Giglio
Pasquale del Gaudio
Dirigente del Servizio Servizi di Trasporto Pubblico
Anna Savarese
Vice Presidente Legambiente Campania
Ornella Capezzuto
WWF Napoli
Sylvain Bellenger
direttore del Museo e Bosco di Capodimonte
Ivo Poggiani
Presidente Municipalità 3
Raffaele del Giudice
Assessore all'Ambiente e Vicesindaco del Comune di Napoli


Introduce e coordina

Carmine Maturo
portavoce Green Italia Campania

Idee e proposte Green per la Collina di Capodimonte, i due antichi borghi, il suo territorio.







giovedì 13 ottobre ore 15,30

Auditorium Museo di Capodimonte 


Intervengono:
Fara Caso
Storica dell'Arte


Enzo Russo
Architetto Presidente Consulta Mobilità ciclabile Comune di Napoli

Aurora de Magistris
presidente del Salotto Giglio

Pasquale del Gaudio
Dirigente del Servizio Servizi di Trasporto Pubblico

Anna Savarese
Vice Presidente Legambiente Campania

Ornella Capezzuto
WWF Napoli

Sylvain Bellenger
direttore del Museo e Bosco di Capodimonte

Ivo Poggiani
Presidente Municipalità 3


Raffaele del Giudice
Assessore all'Ambiente e Vicesindaco del Comune di Napoli


Introduce e coordina

Carmine Maturo
portavoce Green Italia Campania

Idee e proposte Green per la Collina di Capodimonte, i due antichi borghi, il suo territorio.







giovedì 13 ottobre ore 15,30

Auditorium Museo di Capodimonte 



Intervengono:

Fara Caso


Storica dell'Arte


Enzo Russo


Architetto Presidente Consulta Mobilità ciclabile Comune di Napoli


Aurora de Magistris


presidente del Salotto Giglio


Pasquale del Gaudio


Dirigente del Servizio Servizi di Trasporto Pubblico


Anna Savarese


Vice Presidente Legambiente Campania


Ornella Capezzuto


WWF Napoli


Sylvain Bellenger


direttore del Museo e Bosco di Capodimonte


Ivo Poggiani


Presidente Municipalità 3


Raffaele del Giudice


Assessore all'Ambiente e Vicesindaco del Comune di Napoli


Introduce e coordina

Carmine Maturo
portavoce Green Italia Campania

giovedì 22 settembre 2016

Al Real Bosco di Capodimonte una tappa di Puliamo il Mondo

Legambiente: Quest'iniziativa vuole essere una testimonianza del positivo cambiamento che sta avvenendo nel Real Bosco Capodimonte sia nella gestione che nella fruizione.

Puliamo il Mondo, l’edizione italiana di “Clean up the World”, il più grande appuntamento di volontariato ambientale del mondo, domenica 25 settembre fa tappa Napoli anche a Capodimonte per rinsaldare con un gesto semplice il rapporto fra l’ambiente e i cittadini, tra le comunità e gli enti, tra le scuole e le famiglie.
Legambiente Parco Letterario Vesuvio ONLUS e il Museo e il Real Bosco di Capodimonte, con la collaborazione dell'Assessorato all'Ambiente del Comune di Napoli e la Municipalità 3 – Stella San Carlo, organizza una tappa di Puliamo il Mondo nel Real Bosco di Capodimonte, una giornata di iniziative e attività per la sensibilizzazione dei cittadini alla cura e al rispetto del bosco e degli spazi verdi presenti nello storico parco.
Il Bosco diventa per la città modello di accoglienza, partecipazione e integrazione. Sarà una giornata che coinvolgerà studenti, turisti, cittadini e frequentatori del parco, italiani e stranieri, in azioni di volontariato e cittadinanza attiva che li renderanno protagonisti di piccoli, grandi gesti di cura e attenzione per quello che rappresenta il più importante “polmone verde della città”, un luogo di forte identità per i napoletani e non solo.
Museo e Bosco aprono le porte alla città e diventano città per una giornata di impegno civico ma anche di scoperta e conoscenza del luogo, dove la cultura, la bellezza si fondono e si offrono alla libera fruizione nel segno della partecipazione e integrazione.
L’iniziativa si inserisce, inoltre, nelle giornate europee del patrimonio nel comune obiettivo di valorizzare i luoghi che rappresentano da sempre un’eredità culturale per le comunità che li abitano.
Si vuole promuovere la consapevolezza che anche il verde, il verde storico, il patrimonio naturalistico e ambientale di una città sono beni culturali da amare, rispettare e valorizzare perché costituiscono un’eredità culturale per tutti.
Puliamo il mondo: un'azione concreta ma anche di stimolo e di esempio per la riappropriazione e la cura di spazi pubblici come il Bosco di Capodimonte.
Mai come in questo momento cittadini associazioni e istituzioni collaborano per riflettere e migliorare sempre di più la fruizione di uno dei parchi più belli d'Italia e il territorio circostante ormai denominato da tutti “Collina Gentile” Hanno dichiarato Paola Silvi e Carmine Maturo del Circolo Parco Letterario Vesuvio di Legambiente.
Programma della giornata
Ore 10:30 Accoglienza al banchetto di Legambiente (Ingresso Porta Piccola, altezza scuderie):
  1. distribuzione KIT ” Puliamo il Mondo” ai volontari per la pulizia che si svolgerà nei pressi degli ingressi “Porta grande” e” Porta piccola” e negli spazi antistanti il Museo;
  2. distribuzione della piantina del Parco con Vademecum “per promuovere il rispetto del bosco e del parco”
Ore 11: 00 Visita guidata al verde storico e ad alcuni alberi monumentali del Parco a cura di giovani volontari esperti botanici
Ore 12:00 Incursione musicale della “Scalzabanda” e a seguire
Flash mob: “Abbracciamoci e Abbracciamo gli alberi” , tutti i volontari e i cittadini presenti si abbracceranno e saranno invitati ad abbracciare alcuni alberi in segno di amicizia e vero affetto per la natura e per il bosco.
Ore 13:30 Arrivederci a un nuovo appuntamento per il Bosco: Festa dell’Albero 2016!

La Manifestazione ha il Patrocinio del Comune di Napoli e della III Municipalità.
Aderiscono: L’Istituto Superiore Don Lorenzo Milani di Napoli, “La Scalzabanda,” “Insegnanti Senza Frontiere”, il Comitato Insieme per i Ponti Rossi, ANAPANA OEPA di Napoli, Fiab-Cicloverdi


Info: 3388408138 - 3494597997