martedì 5 gennaio 2016

Smog, dopo la pioggia, in attesa di finanziamenti per il potenziamento della mobilità sostenibile, accelerare misure intraprese ad inizio consiliatura: puntare su aree pedonali, zone a traffico limitato, piste ciclabili, per un modello di città non “Autocentrico” MARTEDì 12 GENNAIO INCONTRO A PALAZZO VENEZIA

Lo sviluppo delle vicende relative all’inquinamento atmosferico, con iniziative diversificate ma sempre legate all’emergenza da parte dei vari Comuni, dimostra che questo tema va affrontato, per la parte relativa ai trasporti, innanzitutto con nuove politiche di mobilità che favoriscano il trasporto pubblico. Ma, in attesa delle risorse economiche e dei tempi necessari per il potenziamento delle linee su gomma e della rete su ferro, è necessario individuare soluzioni immediate.

Su Napoli il Sindaco De Magistris, fin dall'inizio della sua consiliatura, va nella direzione auspicata da Green Italia puntando su aree pedonali, zone a traffico limitato, piste ciclabili, soluzioni da perseguire per un modello di mobilità non più basato sul veicolo privato, E' giunto però il momento di dare un'efficace e necessaria accelerazione.

In particolare si evidenzia che la carenza dei mezzi pubblici può essere in qualche modo attenuata attraverso l’incremento della velocità commerciale dei bus, possibile solo con la riduzione del traffico privato e quindi con l’attivazione efficace di ZTL.

Va inoltre dato un senso anche ai nuovi poteri della città metropolitana e quindi al Sindaco Metropolitano, che tra le sue competenze annovera anche quella dei trasporti.
Appare illogico che i dati allarmanti dell’Arpac, giustamente concentrati su Napoli ma del tutto carenti per l’enorme agglomerato urbano che circonda il capoluogo, non comportino misure cautelative anche a favore dei cittadini non napoletani.

Bisogna individuare in tempi brevissimi misure concordate con Regione Campania e Arpac per dotare di centraline di monitoraggio i vari ambiti urbani che compongono la città metropolitana ed in base ai risultati attivare azioni specifiche da parte del Sindaco Metropolitano non solo per Napoli ma anche per gli altri comuni della cinta metropolitana.

Altra azione necessaria è quella di “orientare” il bilancio della città metropolitana verso interventi di mobilità sostenibile, ad esempio utilizzando i fondi della manutenzione stradale anche per realizzare una vasta rete ciclopedonale interconnessa con le linee ferroviarie, con interventi collaterali per favorire l’intermodalità.
In questo quadro, Green Italia ha indetto un'incontro di direttivo aperto a chiunque voglia partecipare per martedì 12 gennaio alle ore 17,30 presso Palazzo Venezia in Via Benedetto Croce.
Interverranno fra gli altri:  Enzo Russo, Francesco Escalona, Maria Lionelli, Guido Liotti, Rosanna Varriale, Nabil Pulita coordina Carmine Maturo membro dell'Ufficio di Presidenza nazionale di Green Italia